L’ #inthebook di agosto: Màrai, Sciascia, Fois, Mattalia, Tolstoj

L’ #inthebook è una nuova rubrica delle letture che mensilmente porto a termine, dato avevo una gran voglia di “mettermi a regola” con gli articoli del blog!

Agosto è stato il mese delle sieste pomeridiane, delle letture e del meritato svago dopo nove intensi mesi all’università. Questo mese l’ho interamente dedicato a tutto quello che lo studio mi ha sottratto. Anche le letture compiute mi hanno rilassato, mi hanno immerso in nuovi orizzonti e fatto percepire temperature diverse dal caldo di questi giorni. Ma iniziamo!

1. “Le braci”, Sàndor Màrai

“Mi stupiva la grande varietà di modi in cui si può morire; giacché la morte ha una forza di immaginazione pari a quella della vita.”

Che magnifica scoperta Màrai. Trasportato fin dalla prima pagina in un castello ai piedi dei Carpazi, ho osservato due uomini che dopo quarantun anni si rincontrano nella stessa stanza nella quale si erano bruscamente lasciati. Ognuno con i suoi quarantun anni di esperienza accumulata si ritrovano per calmare definitamente le acque che una terza persona ha scosso. Entrambi hanno vissuto nell’attesa di quel momento, calcolando al millimetro tutte le parole da dire, per non far sfuggire nulla, per chiarire nei più minuziosi dettagli quel segreto che li ha separati. Il libro è un lungo dialogo, una roulette russa fino alla sentenza più cruda e spietata. Scritto con cinismo ed eleganza, passione e turbamento al tempo stesso, Màrai è riuscito a farmi immergere in una storia che non mi racconta, con cui non ho niente a che vedere. Ma in quella stanza, oltre ai due uomini e al fantasma di quella donna che ha alterato le esistenze di entrambi, c’ero pure io.

Edito da Adelphi Editore, pp. 181, € 10,00, brossura.

 

2. “Il consiglio d’Egitto”, Leonardo Sciascia

“La nostra plebe è abituata a leccare la mano che la bastona e a mordere quella che tenta di beneficarla.” 

Non vi è ritorno a casa nel vero senso della parola, se non leggo almeno un libro di un autore siculo. E dato che l’anno scorso per la maturità ho letto ben quattro romanzi di Sciascia ho inaugurato un nuovo hobby: leggere almeno un romanzo di Sciascia d’estate. Quest’anno è toccato a quello che più temevo, dato che non ho mai avuto un buon rapporto con i romanzi storici. Pur essendo un romanzo breve, complicati sono gli intrecci, numerosi i nomi che navigano in questo romanzo. Ho trovato in questo libro uno Sciascia a cui non ero abituato, con una prosa più ornamentale e curata rispetto a “Todo Modo” o “Candido, ovvero un sogno fatto in Sicilia”. Nel complesso il romanzo mi è piaciuto, ma ho fatto non poca fatica a terminarlo per le ragioni sopra citate. Ma c’è sempre quel pizzico di umorismo che fa dei libri di Sciascia un viaggio, nel bene o nel male, indimenticabile.

(Il libro non è presente nella foto perché è ritornato nella libreria del nonno, che anche se è passato a miglior vita, non smette di leggere i suoi romanzi preferiti!)

Edito da Adelphi Editore, pp. 170, €18,50, brossura.

 

3. “Del dirsi addio”, Marcello Fois

“Ogni padre è tre fuochi insieme: quello dell’accoglienza, quello del sacrificio, quello della vendetta. I figli guardano ai padri esattamente nelle tre eccezioni: compagni accoglienti delle madri, fumosi e sfuggenti, inflessibili e punitori. È assai raro che queste tre accezioni si manifestino tutt’e tre insieme nel corso di una vita intera.”

Di questo romanzo, ho già parlato qui! Questo libro è come quei viaggi organizzati che nel complesso sono soddisfacenti, ma che nei particolari non colpiscono più di tanto. I motivi di questo giudizio sono tutti espressi nella recensione. Buona lettura!

Edito da Einaudi Editore, pp. 312, € 20,00, rilegato.

 

4. “La perfezione non è di questo mondo”, Daniela Mattalia

“Gli scrittori non inventano,” aveva replicato lui. “O meglio, inventano per capire. E si cerca di capire la realtà. Sempre.”

Màrai, Sciascia, Fois… Anche nelle letture, a volte, c’è bisogno di prendersi una pausa. E io l’ho presa perché la potenza narrativa di questi tre autori letti uno dopo l’altro è stata considerevole. La scoperta de “La perfezione non è di questo mondo”,  scritto da Daniela Mattalia, in vetrina nelle librerie da pochi tempi, è stata come porgere una guancia ad una carezza leggera e affettuosa. La perfezione, come cita il titolo, non è di questo mondo, figuriamoci nelle quattro vite dei personaggi di questo libro! Ma c’è una serena accoglienza di questo fatto che nella scrittura di Daniela si muta in un pronto soccorso verso il prossimo, perché “nella vita”, come dice Adriano, uno dei protagonisti del libro, “alla fine bisogna accogliere le novità, saper accettare gli incontri diversi. Aspettarsi l’inaspettato.” Ben detto, ben detto!

Edito da Feltrinelli Editore, pp. 176, €15,00, brossura.

 

5. “La sonata a Kreutzer”, Lev Tolstoj

“Ero quel che si dice innamorato. Non solo me lo raffiguravo come un culmine di perfezione, ma raffiguravo anche me stesso, in quel tempo del mio fidanzamento, come un culmine di perfezione.”

Mi voglio del male… paradossalmente quando dico di riposarmi, scelgo letture che hanno come effetto collaterale tutt’altro che il relax. “La sonata” di Tolstoj ha bisogno di poche parole per essere presentata. Il tema del matrimonio e dell’amore sono al centro del dialogo di un viaggiatore che siede sul sedile davanti il narratore, su di un treno che viaggia di notte. Il libro è un lungo racconto su u matrimonio finito in un tentato omicidio cosciente e calcolato. Radicali e impetuose sono le parole rivolte nei confronti delle donne e dell’amore, ma… io sono troppo romantico per essere d’accordo, scusa Lev! Ad ogni modo è interessante scoprire che Tolstoj scrisse questo romanzo dopo aver avuto un periodo di crisi all’interno del proprio matrimonio. Si sente un certo sapore di rabbia, disprezzo e urgenza di sviscerare i propri pensieri, è ho apprezzato proprio la possibilità di sentire nelle parole di altri la rabbia cruda che ha portato a compiere determinate scelte!

Edito da Einaudi Editore, pp. 117, €9,00, brossura.

 

Grazie per aver letto questa nuova rubrica, a presto!

Loris

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...