“Rovine”, Peter Kuper

“Non avevi mai apprezzato l’aria come in quell’attimo, subito prima che un’altra onda ti riportasse di sotto. Era la tua vita quella che ti passò davanti gli occhi?”

Alcune situazioni sono già compromesse prima che possano iniziare, altre, invece, finiscono per cedere lentamente. Le prime crepe sono silenziose e non sempre vengono notate quando si aprono. Ma arriva quella crepa che infiltrandosi nelle profondità finisce per essere la decisiva che manda tutto in “Rovine”. Si prendono delle precauzioni quando si osservano le prime rotture. Samantha e George, i protagonisti di “Rovine”, Graphic Novel scritto e disegnato da Peter Kuper, vincitore dell’Eisner Award 2016 come miglior Graphic Novel, e pubblicato in Italia da Tunué, lo sanno bene. Sanno che è meglio interrompere la loro quotidianità urbana e trasferirsi altrove, in Messico, dove tra la storia antica già scritta e la storia contemporanea che si sta scrivendo cercando di ritrovare se stessi. Si trasferiscono per un anno nella città messicana di Oaxaca. Samantha ne approfitta per mettere a posto il suo passato, George per scrivere almeno un presente incostante. Ma per entrambi sarà un viaggio verso eventi politici e personali inaspettati. Sintetizzare un Graphic Novel così complesso in un’unica storia sentimentale non restituisce merito all’opera.

C-C_MHGV0AEvHWp.jpg

In parallelo, “Rovine” narra di un Messico assolato e attuale ricorrendo a flashback che alternano visioni storiche sulla colonizzazione da parte degli europei nella vecchia Oaxaca e visioni attuali sull’azione di un gruppo politico poco incline all’ascolto che sta distruggendo secoli di cultura. “La storia si ripete” ha detto una persona di mia conoscenza. Nell’ottobre 2006 il governatore Ulises Ruiz Ortiz (URO!) ordina di attaccare dei manifestanti e molti sindacalisti vengono feriti. Lo sciopero fu schiacciato nei primi giorni di novembre dopo interminabili momenti di terrore. Il governatore rimase in carica sei anni, lasciando dietro di sé una scia di sangue e corruzione, di cui il Messico sente ancora le cause.

Un attento osservatore si chiede, però, come mai in copertina ci sia, oltre ad un tempio messicano, una farfalla monarca. Perché se Samantha e George da New York si trasferiscono in Messico, la farfalla monarca dall’assolato Messico compie un viaggio di quasi cinquemila chilometri verso New York durante i suoi brevi otto mesi. La vita della farfalla è intimamente legata a quella dei due protagonisti, entrambe vite sono la rappresentazione della sfida per la sopravvivenza, vitale per la farfalla, sentimentale per la coppia. “Rovine” non è solo un graphic novel degno di essere letto e capito, ma anche un bellissimo albo da osservare con attenzione. Intere doppie pagine di disegni a mano libera colorati con pastelli e acquerelli restituiscono un vivido Messico che sa come ricostruirsi dalla sue macerie. Una gioia per noi amanti abituati a leggere Graphic Novel dove le tavole sono, ahimè, quasi tutti digitalizzate. “Rovine”, come spiega Kuper a fine albo è “il frutto di tanti anni di gestazione e svariati altri di matita, penna e acquerelli, più un tocco di polvere magica digitale”.

A presto,

Loris

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...