“Non sei mica il mondo”, Raphaël Geffray

Non sempre piove solo fuori dalla finestra. A Bené, per esempio, piove dentro. E l’acqua si sa, se non trova una via di fuga si stagna e marcisce e soffoca. E quando ci sentiamo soffocati diventiamo irruenti, nervosi, irrequieti. E Bené è uno di questi, nonostante abbia appena otto anni e un mondo tutto da…

“Il piccolo Caronte”, Algozzino & Allo

“La solitudine è peggio della morte. Ma poi ci si abitua” C’è un momento ben preciso nella vita di ognuno di noi dove percepiamo quella strana sensazione di aver trovato risposta a tutto ciò che ci assilla. Ma per provare questa labile sensazione, che dura poco più che una manciata di minuti, abbiamo fatto fatica. Ne abbiamo passate…

“Spesso sono felice”, Jens Christian Grøndahl

“Capisco che il mio racconto può sembrare doloroso, ma io non sono una persona triste, lo sai bene. Spesso sono felice, come dice la canzone, felice dentro anche se non riesco a mostrarlo.” Delle volte capita che io mi chieda se un uomo può mai immaginare cosa succede nella testa di una donna. Come riflette su ciò…

“L’uomo montagna”, Gauthier & Fléchais

“E tu che sei abituato a viaggiare, sai che arriva sempre un momento in cui bisogna andarsene” Ci sono elementi della nostra vita che capiamo col tempo, con l’esperienza dell’errore e della scommessa. Non è che sia facile capirlo. Oltre all’ovvietà di questo dogma non ci siamo mai spinti a comprenderlo del tutto. Lo accettiamo…

“Il Giro del Miele”, Sandro Campani

“M’alzavo prima che facesse luce, baciavo la Silvia e lei continuava a dormire, oppure faceva finta, per lasciarmi il gusto di quel bacio lì” A quel tavolo, ci sono seduto anch’io. Non è servito nessun invito per farvi parte, neanche una telefonata per formalizzare il mio arrivo. Semplicemente, ho trovato la porta socchiusa in quella casa…

“Gli assalti alle panetterie”, Murakami Haruki

“Mi sdraiai sul fondo e chiusi gli occhi, aspettando che l’alta marea mi portasse nel luogo al quale appartenevo” Sono davvero poche le pagine di questo racconto, scritto dal nipponico Murakami Haruki nel 1987. Ma non è una questione di pagine. Suppongo che le pagine non facciano un libro. Ma le sensazioni, quelle sì che contano…

“Storie del Barrio”, Gabi Beltrán & Bartolomé Seguí

C’è una velata melancolía nel barrio di Palma di Maiorca. Una nube di grigiore che uniforma ogni giorno, fotocopia di quello precedente. Fino a quando la risma di carta termina e nessuno si accorge di niente per anni. Poi la carta ingiallisce, si sgretola ai margini e finisce dritta in uno scaffale di un archivio inaccessibile….

“Caccia al morto”, Luca Colombo

“Mi giro verso la tomba a sedici posti. Anche qui, come nella vita, c’è chi si godrà il villone e chi si dovrà accontentare dell’appartamento in condominio.” Devo ammettere che da quando ho aperto questo blog, ho scoperto che mi fa davvero piacere leggere opere giovani e fresche; primariamente per un unico e romantico motivo: suppongo sia gratificante dare spazio…

I miei migliori dieci libri del 2016.

Buongiorno cari lettori, mi premeva, prima di iniziare con questa classifica personale, di scusarmi per la mia assenza. Da ottobre la mia vita è letteralmente mutata, l’iscrizione alla facoltà di Architettura e il conseguente trasferimento in un’altra città mi hanno portato a trascurare quello che faceva parte della mia quotidianità passata: leggere, fotografare e recensire….

“La vita con Mr. Dangerous”, Paul Hornschemeier

Le strisce che si susseguono tra le pagine di “La vita con Mr. Dangerous”, graphic novel pubblicata in Italia da tunué nella collana Prospero’s books, trasmettono già delle prime scene una solitudine che Amy Breis, protagonista del fumetto, nasconde da tanto tempo all’interno del suo appartamento condiviso con Mr. Moritz, il suo gatto bianco. Il soggetto, la sceneggiatura e i disegni…

“Rosso Parigi”, Maureen Gibbon

“Mentre sono sul ponte una moltitudine di storni mi passa in volo sopra la testa e mi fermo a guardarli. Lo stormo ondeggia a destra e a sinistra, su e giù, e se un uccello esce dalla formazione, subito rientra nei ranghi. Rimango a fissare il cielo anche dopo che sono volati via. Non so…